carrello
CARRELLO
 
prodotti inseriti: 0
prezzo totale: € 0,00
--> vai alla cassa
RICERCA
cerca
 
 
 

A chi è adatta la cavitazione

A chi è adatta la cavitazione

La cavitazione è da consigliare a uomini e donne con problemi di accumuli di grasso, adipe, o di cellulite; in soggetti sani, prevede una seduta settimanale.

Prima di ogni trattamento si consiglia un apporto idrico di circa 1,5 / 2 litri d'acqua; in questo modo si sollecita e si attiva l'azione depurativa del fegato. Per un risultato ottimale è consigliabile un'attività fisica di supporto a distanza di due o tre giorni dal trattamento.

Già dopo la prima applicazione si possono notare i risultati: al termine della seduta il perimetro dell’area trattata evidenzia una riduzione pari a circa 2 centimetri.

La cavitazione è una tra le forme di terapia estetica più sicure, non invasive e non dannose. I rischi a cui si può andare incontro sono connessi alla capacità dei macchinari di generare calore per lo scioglimento dei grassi: molto raramente si possono verificare arrossamenti, che comunque non devono portare falsi allarmismi


Cavitazione controindicazioni

Esistono e si presentano alcuni casi in cui si sconsiglia la cavitazione estetica: assolutamente non indicato in gravidanza né per i soggetti con gravi problemi a livello metabolico; non possono sottoporsi alle sedute poi nemmeno i  portatori di protesi, pace maker o IUD; sono esclusi dal trattamento anche coloro che soffrono di patologie al fegato e ai reni perchè interagiscono con il processo di eliminazione dei grassi in eccesso.

Inoltre le principali controindicazioni sono: cardiopatie, pacemaker, importanti patologie epatiche, tiroidee o dell’apparato urinario, dislipidemie, epilessia, alterazioni congenite o acquisite della coagulazione, tromboflebiti e trombosi, trapianti, protesi metalliche estese, lesioni dei timpani, spirale se si tratta la zona addominale, gravidanza, neoplasie radio/chemioterapiche , febbre, lesioni superficiali.

I nostri apparecchi in vendita per cavitazione estetica.

 



Condividi in Facebook  Condividi in Delicius   Condividi in Fresqui   Condividi in Google Bookmarks   Condividi in Menéame   Condividi in Technorati   Condividi in Yahoo   Condividi in Bitacoras.com   Condividi in MySpace   Condividi in Twitter